Storia della Protezione Civile A.N.A. 

 

 

 

La Protezione Civile dell’ A.N.A. nasce in pratica all’inizio degli anni ottanta, come attività organica ma si può dire che il germe sia stato gettato nel 1976 nel Friuli devastato dal terremoto in cui l’Associazione Nazionale Alpini , prendeva coscienza di avere nelle sue fila un patrimonio di esperienze, volontà entusiasmo che poteva essere canalizzato là dove se ne rilevava la necessità.

Da allora è stato un crescendo di coinvolgimenti, addestramenti, acquisizioni di materiali, mezzi ed esperienze ma anche soprattutto di realizzazioni e di interventi.

Sempre pronta per interventi di emergenza, la Protezione Civile A.N.A. è comunque impegnata costantemente nelle importanti e strategiche attività di prevenzione e previsione con interventi di recupero e salvaguardia dei territori soprattutto montani.

La direzione e il coordinamento di Protezione Civile sono a Milano presso la sede nazionale dell'A.N.A. mentre sono attive le sale operative mobili ad Alessandria, Bergamo e Trento.
La Protezione Civile dispone di magazzini con materiali di pronto impiego (tende, containers, servizi igienici e docce, letti ed altre attrezzature) ad Asti, Varese, Atessa e Latina.
L’ospedale da campo aviotrasportabile è depositato all’aeroporto di Orio al Serio. La Protezione Civile si avvale reparti specializzati: subacquei, rocciatori, geologi e le squadre antincendio boschivo, per citarne solo alcuni.

 

La nostra Protezione Civile è sempre presente dove viene richiesta, sia al livello di Dipartimento centrale della

Protezione Civile sia in cooperazione con Comuni, Province, Comunità Montane e Regioni.