Il premio “Penna al merito”, istituito dalla Sezione ANA Val Susa e rivolto a tutti coloro che abbiano, nel corso della loro vita o dell’ultimo anno, compiuto azioni significative sul territorio della Valle, è giunto alla terza edizione.

Il Consiglio direttivo sezionale, all’unanimità, ha deciso di assegnare il riconoscimento per l’anno 2021 al

 

Gen. C.A. Francesco Paolo Figliuolo

Commissario per l’emergenza Covid

 

con la seguente motivazione:

 

Per aver saputo, in un momento drammatico per la nostra Patria, prendere per mano un popolo disperato accompagnandolo a ritrovare la serenità con la tenacia dell’artigliere e la determinazione degli uomini di montagna, rendendo facili le cose che potevano apparire impossibili e dimostrando ancora una volta che l’Italia ha bisogno degli Alpini. La Sezione A.N.A. Val Susa offre come testimonianza di apprezzamento e gratitudine.

 

Seppur non esclusivamente in Valle, l’impegno e le attività svolte dal Gen. Figliuolo in ambito emergenziale, hanno portato sicuramente a significativi e tangibili risultati anche sul territorio valsusino, nello spirito quindi, delle linee guida del Premio.

La premiazione avverrà domenica 25 luglio alle ore 11 ad Oulx (TO), presso l’Aula Magna dell’I.I.S. Des Ambrois ed alla presenza di autorità civili e militari, con raccomandazione di afflusso degli invitati entro e non oltre le ore 10,30.

Sia l’interessato che il Presidente dell’Associazione Nazionale Alpini, sono stati già informati.

In considerazione della situazione pandemica in atto, ed ai limitati posti disponibili, gli accessi saranno riservati ai soli invitati, senza accompagnatori. E’ cortesemente richiesta la conferma di partecipazione all’indirizzo valsusa@ana.it entro mercoledì 21 luglio, per poter predisporre l’elenco definitivo degli accreditati aventi diritto. E’ fatto l’obbligo dell’uso dei dispositivi di protezione individuale in ottemperanza alle normative vigenti.

Nell’albo d’oro del Premio, il Gen. Figliuolo segue nell’ordine Fulgido Tabone, 2019, e Don Roberto Bertolo, 2020.